stefania consigliere

Stefania Consigliere è nata a Genova nel 1969.

È ricercatrice in antropologia presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Genova, dove insegna Antropologia e Antropologia dei sistemi di conoscenza e coordina il Laboratorio Mondi Multipli. Collabora con il Centro Studi Sagara, scuola di specializzazione in Psicoterapia a orientamento etnopsicoterapeutico.

Le sue principali linee di ricerca s’incentrano sulla questione della “natura umana” e i processi di antropopoiesi, ovvero i modi in cui gli esseri umani sono prodotti dalle – e a loro volta producono le – culture cui appartengono; e sulle conseguenze ontologiche, epistemologiche, etico-politiche ed esistenziali che derivano dal precetto antropologico di “prendere gli altri sul serio”.

È autrice di oltre 150 pubblicazioni. Tra le più recenti ricordiamo: Antropo-logiche. Mondi e modi dell’umano (2014), Strumenti di cattura. Per una critica dell’immaginario tecno-capitalista (con P. Bartolini, 2019) e avole del reincanto. Molteplicità, immaginario, rivoluzione (2020). Ulteriori informazioni bio-bibliografiche sono disponibili sul sito www.stefaniaconsigliere.it

Il suo intervento al corso Poliedri 2020/21: Antropologia e politica.

Condividi