Salvatore Filippini La Rosa

Salvatore Filippini La Rosa, nato a Genova, è un avvocato. Si è a lungo dedicato a pratiche di diritto internazionale, di diritto commerciale, di diritto marittimo e di diritto dei trasporti.

Dopo la laurea in giurisprudenza, ha lavorato come funzionario internazionale per l’UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees), occupandosi del riconoscimento e della protezione dei rifugiati in Paesi europei e africani. In seguito a tale esperienza, ha tenuto lezioni di diritto internazionale e dell’asilo presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa e presso l’Università Internazionale di Dubrovnik. Ha inoltre partecipato a Sarajevo, come osservatore per conto dell’OSCE, l’organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, alle prime elezioni dopo il conflitto nella ex Jugoslavia.

Specializzatosi alla New York Law School in “Entertainment Law”, ha esteso la sua attività professionale, in ambito giudiziale e stragiudiziale, ai settori del diritto industriale, del diritto dei beni culturali e del diritto d’autore, con particolare attenzione ai settori dell’arte, dell’editoria, del teatro, del cinema e dello sport. È stato per cinque anni coordinatore e docente nell’ambito dei corsi di alta formazione di diritto dell’arte e diritto dei beni culturali, presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna, a Pisa.

Il suo intervento al corso Poliedri 2019/20: Diritto internazionale dei rifugiati

Condividi