Poliedri sostiene l’iniziativa della community di Economy of Francesco, di cui fanno parte docenti ed ex allievi, per esprimere vicinanza alle donne afgane. Questo il comunicato:

canyouhearus

Le donne e le bambine afgane sono di nuovo schiave, private di diritti e di libertà.

Coraggiose, nelle strade di Kabul gridano: le donne afgane esistono e chiedono: sostenete la nostra voce; non ci fate sparire; mondo, riesci a sentirci?

Non possiamo far finta che tutto questo non stia succedendo!  Sono lì, così vicine, ancora visibili, prima che un drappo blu le nasconda.

EoF lancia una marcia globale:

Sabato 28 agosto, scendiamo in piazza, nelle strade delle nostre città, per gridare:

“Le donne afgane esistono”. Together we stand!

Nelle mani e alle finestre delle case, un drappo blu, come quello che le vuole nascondere.

Ripeteremo la marcia ogni sabato, fino a quando sarà necessario. Indossiamo da subito, ogni giorno, un pezzo di stoffa blu per dire alle donne afgane: siamo con voi, vi vediamo, vi sentiamo.

Insieme, diamo visibilità a questo gesto, diamo voce a coloro che vogliono essere messe a tacere. Taggaci nella tua foto o video!

Le donne e gli uomini di EoF

#AfghanWomenExist
#TogheterWeStand
#AfghanistanIsCalling

donne afgane
Design: Cristian Camargo. EoF youth from Argentina. @crisdibujante92
Condividi